I prodotti DOP e IGP a marchio Coop sono più di una cinquantina e appartengono principalmente al mondo fiorfiore, il più idoneo a ospitare le eccellenze e le tipicità del territorio italiano. Ma molti appartengono anche alla linea principale Coop, in quanto, soprattutto tra formaggi e salumi, questi prodotti sono ormai considerati di largo consumo, pur essendo regolati da rigidi disciplinari di produzione. Ne sono un esempio lo speck Alto Adige IGP; il gorgonzola DOP; la bresaola della Valtellina IGP o ancora il provolone Valpadana DOP.

In altri casi, Coop propone più scelte relativamente allo stesso prodotto con certificazione d'origine: è il caso dell'Asiago DOP alla cui versione classica e tradizionale a marchio Coop si affianca quella fiorfiore, più pregiata e a stagionatura lunga o del Parmigiano Reggiano DOP; nella doppia offerta Coop e biologica vivi verde. Per l'aceto balsamico di Modena IGP esistono ben tre tipi: quello classico Coop, il fiorfiore (più denso e corposo) e il vivi verde (certificato biologico). Tanti sono anche i prodotti che, all'interno della loro formulazione, contengono ingredienti con enominazione di origine come, per esempio, il gelato con nocciola del Piemonte IGP e il pesto con basilico genovese DOP.

Infine, anche il settore dell'ortofrutta va sempre più arricchendosi di prodotti con certificazione d'origine: le cipolle rosse di Tropea IGP fiorfiore, le arance rosse di Sicilia Tarocco IGP fiorfiore, i pomodori ciliegini IGP, le mele renetta della Val di Non DOP fiorfiore e diversi altri prodotti. Di recente introduzione poi, i limoni Costa d'Amalfi e il melone liscio mantovano (entrambi IGP e fiorfiore).